Compleanni da tutto il mondo

Solitamente pensiamo ai compleanni come al giorno in cui è nata una persona e nella maggioranza dei paesi occidentali la tradizione vuole che si spengano le candeline sulla torta, che si faccia una festa e che si ricevano dei piccoli regali. In particolare soffiare sulle candeline ed esprimere un desiderio è un rito tipicamente occidentale ma che ha origini pagane, risalente a quando i Greci offrivano alla dea Artemide dei dolci con delle candele da spegnere per allontanare gli spiriti maligni.
Ma come e cosa si festeggia negli altri Paesi? E se invece di una torta si mangiasse una grande pizza o una ciotola di spaghetti fumanti? L’argomento in questione, per molti così frivolo ma così importante per noi che non perdiamo mai un’occasione per festeggiare, va affrontato con la giusta serietà, soprattuto perché dietro le porte di casa si apre un mondo fatto di tradizioni e usanze completamente diverse dalle nostre.

Se vi va di approfondire con noi l’argomento, vi proponiamo una breve carrellata di alcuni paesi che ci hanno maggiormente incuriosito per il modo in cui festeggiano il proprio compleanno e tra questi vi è sicuramente: il Giappone, la Cina, Il Gana, la Nigeria, la Serbia, il Canada, l’Argentina, Israele e l’elenco potrebbe continuare all’infinito…

Come si festeggiano i compleanni nel mondo?

Come si festeggiano i compleanni nel mondo?

Continue reading

Compleanni ispirati dai libri: qual è il vostro preferito?

Ci sono quei bambini che sono dei veri e propri divoratori di libri, a cui non si fa in tempo a regalarne uno che stanno sotto le coperte con la torcia accesa fino a notte fonda e i cui genitori fanno finta di non accorgersi che non stiano dormendo. Come si fa a rimproverarli?

Per questi bimbi non si può non pensare ad organizzare un compleanno a tema, ispirato a quelli che sono i loro libri preferiti. Spesso sono dei grandi classici come “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie” (sfido a trovare una sola mamma o un bambino che non ha adorato il racconto di Lewis Carrol) o il più recente “Harry Potter” della scrittrice J. K. Rowling diventato famoso fra la fine degli anni ’90 e gli inizi del 2000, o per i più piccini “Il Piccolo bruco mai sazio” di Eric Carle..

Continue reading

Cheeky: una buona “causa” per festeggiare

Avevamo accennato a Cheeky qualche post fa, quando vi abbiamo dato un assaggio delle belle collezioni di accessori per la tavola e per le feste create da questo brand americano per Target, ricordate? Abbiamo deciso di approfondire la sua conoscenza e di farlo conoscere anche a voi, perché Cheeky porta avanti una campagna sociale meritoria, legata ai suoi prodotti e vogliamo raccontarvela.

Continue reading

Personalizzare feste e regali su Zazzle

Come sapete, noi di Partytude siamo dell’opinione che festeggiare sia una cosa seria, per cui vogliamo fornirvi sempre le idee, le novità e i mezzi per poterlo fare nel migliore dei modi.

E così oggi vogliamo parlarvi di Zazzle, The Make Engine, un marketplace che si definisce “più di un marketplace” e la cui mission è “rendere possibile la personalizzazione, sulla piattaforma, di qualunque tipo di prodotto si desideri”, creando allo stesso tempo sia gli strumenti che il mercato per tutto ciò che si può immaginare personalizzabile e personalizzato.

baby-shower-personalizzato

Continue reading

Party capsule collections e sfizi da Target

Target è la seconda maggiore catena di distribuzione “discount” statunitense (dopo Walmart) che vende di tutto, dall’abbigliamento all’elettronica passando per l’arredamento e le decorazioni per le feste. Il suo claim è Target: Expect More. Pay Less.

Il tipico negozio che snobbavo nel mio periodo newyorkese, a cavallo tra la fine degli anni ’90 e gli inizi del 2000!

Ha iniziato ad incuriosirmi nel 2014 quando Target, in collaborazione con tre top utenti di Pinterest che, grazie alle loro competenze in materia di design e di attività social, lanciò delle capsule collections in edizione limitata di coordinati per feste di cui – che ve lo dico a fare – mi invaghii immediatamente. Le tre top pinners in questione sono tutte e tre delle blogger affermate: Joy Cho, fondatrice del meraviglioso blog Oh Joy!,  la canadese Jan Halvarson, dei blog Poppytalk e Poppytalk Handmade, e Kate Arends, di Wit & Delight. Cliccando sui tre link potete vedere le collezioni di cui vi parlo.

Continue reading