Un regalo per la Befana…che vien di notte!

Quando eravamo piccoli, così come probabilmente adesso faranno i nostri bambini, durante la notte tra il 5 e il 6 Gennaio, eravamo soliti lasciare dei biscottini o degli snack vicino alle calze che la Befana avrebbe poi riempito, per poterla ringraziare dei doni ricevuti e rifocillarla durante il suo peregrinare notturno. Ma chissà come mai, nella mia testolina non riuscivo a spiegarmi come mai alcuni tipi di biscotto (che casualmente erano quelli che non piacevano a mio papà) non venivano mangiati dalla Befana…per cui ho sempre creduto che glieli rubasse per la sua troppa golosità! Ecco perché ho pensato di costruire una brutta e spaventosa Befana in cartoncino che fungesse da dissuadente ai tanti ladri di biscotti per la Befana che si aggirano per le case di tutti i bambini! Se anche voi siete cresciuti con questo dubbio, ora è arrivato il momento di vendicarsi del furfante ladro e riservargli un bello scherzetto! Ahahaha!
La realizzazione per questa Befana in cartoncino è semplicissima ed avrete bisogno di pochissimo materiale, sicuramente disponibile in casa.

Befane di guardia: attente al ladro di biscotti!

Befane di guardia: attente al ladro di biscotti!

Continue reading

Una festa pompon

la nostra amichetta Elisa compie tre anni e sua mamma vuole organizzarle una festa con delle caratteristiche ben precise: colorata e molto allegra, femminile ma che tenga in considerazione anche gli invitati maschietti, originale, con una buona dose di manualità e creatività fai-da-te facile da realizzare, anche per chi è poco avvezzo o non ha molto tempo, come lei.

Mumble, mumble, mumble…pensa che ti ripensa, ecco l’idea perfetta: una festa tutta decorata con pompon! Raccontarla non rende l’idea? E allora la simuliamo, così noi ci divertiamo e la mamma di Elisa avrà una risposta precisa alle sue esigenze molto precise.

festa pon-pon Continue reading

Tra le nuvole

Quando mi venne chiesto di scegliere un coordinato per la festa di battesimo di mio nipote Flavio, avevo in mente la nuova collezione di Paper Eskimo, una tavola tutta celeste spolverata da manciate di coriandoli argentati.

Quando però ho saputo che non avrei ricevuto il materiale per tempo, la scelta è caduta subito sulla seconda collezione che avevo in mente e che segretamente prediligevo: le nuvolette di My Little Day.

festa nuvolette e aeroplanini

Continue reading

Una festa dinosauri per Riccardo

La festa dinosauri organizzata dalla mamma di Riccardo con il nostro aiuto è stata una scommessa che non contavamo troppo di vincere, e invece il kit che siamo riuscite ad elaborare ha dato grandi soddisfazioni a tutti. Primo fra tutti, al piccolo Riccardo, il festeggiato, che ora ha voluto appeso il banner dinosauresco sul muro sopra al letto, nella sua cameretta. E’ un tema che ci viene spesso richiesto, forse perché ogni bambino è da sempre affascinato dal mistero della scomparsa dei dinosauri o forse perché pronunciare quei nomi difficilissimi come “Sarcosuchus, Triceratops, Velociraptor, Allosaurus, Ankylosaurus” è un segno di possenza…sta di fatto che anche per il piccolino di casa Partytude è stata organizzata una festa dinosauro!
Ma poiché non ci piace ripeterci, a meno che non ci venga espressamente richiesto, cerchiamo in collaborazione con le mamme che ci commissionano delle feste e che negli ultimi anni sono diventate delle vere party planner, di fornire sempre spunti creativi ed originali ma soprattutto personalizzati!

Party kit dinosauri in stile Partytude

Party kit dinosauri in stile Partytude

Ma partiamo con il racconto di questa festa. Innanzitutto avevamo davvero poco tempo a disposizione. La fantastica mamma di Ricky ci aveva mandato varie foto a cui ispirarci, ma per noi era un momento di intenso lavoro, trasferte e molta stanchezza, quindi non riuscivamo mai ad entrare completamente nell’atmosfera, come invece facciamo di solito.

Poi, improvvisamente, eccola lì, la festa è sbocciata praticamente in un battibaleno. Per i piatti, i bicchieri, i tovaglioli, le cannucce, le bustine e i porta popcorn abbiamo deciso si usare solo il giallo e il verde declinati in più colori, lasciando all’arancione il ruolo di macchia di colore.

Continue reading

Nell’uovo di Pasqua non la solita sorpresa!

Erano anni che volevo fare l’uovo di Pasqua ma ogni volta tra gli impegni di lavoro, la famiglia e mille altre vicissitudini mi riducevo sempre all’ultimo a ricercare gli stampi per le uova di Pasqua che puntualmente non trovavo. E poi mi spaventava l’idea di laboriose tecniche di temperaggio che prevedono un abile spatolamento del cioccolato sul piano di marmo… se non che dopo alcune ricerche e prove ho optato per il metodo casalingo e senza servirmi né di termometro né di un piano di marmo, sono riuscita nell’impresa utilizzando solo il microonde.
Per realizzare un uovo di cioccolato di 500 gr consiglio di acquistare almeno 700 gr di cioccolato di buonissima qualità e di spezzetarne 500 gr in una ciotola di vetro, passarlo al microonde, 1 minuto alla volta, girandolo con un cucchiaio, finché non sarà fuso; una volta fuso si deve abbassarne la temperatura o spatolandolo sul piano di marmo oppure, come ho fatto io, aggiungendo la restante parte di cioccolato in pezzi. In questo modo si ottiene del cioccolato temperato che una volta solidificato resterà lucido e non presenterà segni di opacità. Per capire se il temperaggio del cioccolato è riuscito si può lasciare cadere una parte del cioccolato sulla carta da forno e questo deve indurirsi nell’arco di 30 secondi, al massimo un minuto.

Per realizzare l’uovo di Pasqua, ciò di cui avrete bisogno sarà:

  1. Stampo per uova di cioccolato
  2. Cioccolato fondente o al latte
  3. Pasta di zucchero o glassa reale per decorarlo
  4. Sorpresa

Continue reading